Carmelo Lino Famà

Cryptocoryne pygmaea

Oggi vi parlo di una rara specie, la Cryptocoryne pygmaea. E’ nella mia vasca da poco tempo grazie ad un amico europeo.

Questa specie proviene dal sud-est asiatico (Filippine) ed è stata chiamata così (pygmaea) per le piccole dimensioni della spata (una componente dell’infiorescenza) e non della pianta anche se quest’ultima non è certo imponente.

Non è una specie di difficile coltivazione, sia in emersione che in acquario la pianta si sviluppa abbastanza velocemente.
In foto potete vedere i miei esemplari dopo un paio di mesi di coltivazione. La pagina inferiore delle foglie di colore rosa rende questa specie molto particolare.

Attualmente la coltivo in una vasca da 30 litri dove ho un fondo “walstad”, illuminata con neon pl della wave da 6500k in modo da avere un rapporto di circa 0,7 w /l. Erogo costantemente co2 e fertilizzo giornalmente con pmdd, potassio seachem, e carbonio liquido easy carbo. Inoltre, 2 volte a settimana, uso anche i nitrati e i fosftati della seachem.

2017902210 grande

Tutti i testi sono di proprieta’ di Carmelo Lino Fama’ e sono stati messe a disposizione di acquariofili.com ,Ne è vietata la copiatura totale o parziale del testo e delle foto senza l’autorizzazione del prorprietario e di acquariofili.com

©www.acquariofili.com

1259 Total Views 1 Views Today

Dettagli sull'autore

Carmelo Lino Famà

Carmelo Lino Famà

Salve a tutti, sono Carmelo Lino Famà, ho 29 anni e ho frequentato la facolta di ecc e ecv. Fin da piccolo coltivo la passione per il mondo sommerso, sviluppando un maggior interesse verso le piante acquatiche e gli invertebrati d’acqua dolce. Da un paio di anni mi dedico infatti all’allevamento di caridine/neocaridine, trovando interessanti le loro abitudini comportamentali. Anche i gasteropodi, compagni ideali per le caridine, attirano la mia attenzione.Negli ultimi anni mi sono dedicato anche alla coltivazione di piante rare testandole anche su un substrato diverso dalle consigliate terre allofane.

Inserisci un commento