Giuseppe Alicino

Twinstar nano

Twinstar nano un’attrezzatura tecnica che sta trovando largo utilizzo in acquariofilia ma prima di spiegare di cosa si tratta volevo fare una piccola premessa e cioè che quanto segue è frutto di esperienza personale mirata a spiegare e illustrare quanto si può ottenere con il suo utilizzo.

Il twinstar sia da neofiti che da esperti di acquariofilia viene largamente usato per combattere  le spore o evitare la comparsa delle alghe ovviamente dipende dal modello che si acquista che è legato al litraggio della vasca. Nella mia esperienza personale ho riscontrato benefici in avvio della vasca,infatti sono riuscito a mantenere sotto controllo l’insorgere delle alghe filamentose che spesso si presentano proprio in fase di maturazione.Ho potuto constatare che le piante hanno avuto la meglio velocizzando peraltro la loro crescita.

Il funzionamento del twinstar è semplice infatti sfrutta il fenomeno dell’elettrolisi erogando da un reattore delle micro bollicine separando le molecole dell’acqua (H2O) in 2 gas che sono “ossigeno” e “idrogeno” e il tutto viene comandato da un software intelligente che tramite una sonda posta all’interno del reattore regola il redox in vasca mantenendolo a un livello elevato.

 

Il twinstar comunque risulta essere un ottimo prodotto per combattere le volvox e distruggere parassiti indesiderati , ci tengo inoltre a precisare che non cura malattie ma previene l’insergere delle stesse e quindi la trasmissioni tra gli esemplari della vasca stessa.

Ogni twinstar ha un codice seriale che identifica il modello e la data di produzione dato che la garanzia prevista e di 1 solo anno

Per quanto riguarda la pulizia del reattore va fatta non appena si intravede residui di calcare sulla griglia in acciaio rivestito in titanio utilizzando:

  • “Reactor calcium cleaner” della  twinstar
  • Soluzione di 5ml di candeggina non profumata in un bicchiere di acqua
  • Acqua ossigenata da 10 volumi
  • Aceto di vino bianco possibilmente caldo

le soluzioni elencate devono avere una durata di azione minima di 3 ore a mollo il reattore.

  

Il reattore va sostituito 1 volta l’anno e si consiglia di mantenerlo con cura effettuando la giusta manutenzione e pulizia altrimenti i tempi di vita si riducono e nel caso in cui si presenta la necessità di sostituirlo fare molta attenzione a comprare il reattore adatto a quello che si possiede altrimenti non funziona.

 

Dopo la sostituzione va impostato al 1° livello per leggere il redox in vasca perché se si passa direttamente al 2° livello non funziona e il software non legge il redox in vasca, per il nano plus c’è il 3° livello e il tutto dipende dal litraggio della vasca.

I modelli in vendita sono: M5/ Nano/Nano Plus/S5/Yotta/Yotta Plus

Allego le istruzioni:

  

Nella foto sotto una chiara dimostrazione del funzionamento del Twinstar nano in vasca.

Non si ritiene responsabile nè il compilatore di questa guida ne’ la direzione di acquariofili.com per eventuali errati utilizzi o per comportamenti diversi da quanto indicato nella guida.Si consiglia di documentarsi opportunamente e leggere attentamente le istruzioni .

 

E’ vietato copiare anche parzialmente questo articolo e relative immagini senza l’autorizzazione dello staff di acquariofili e del proprietario.

©www.acquariofili.com

3650 Total Views 6 Views Today

Dettagli sull'autore

Giuseppe Alicino

Giuseppe Alicino

Sono entrato in questo mondo sommerso per la prima volta nel 2010 fino ad appassionarmi in modo morboso tanto è vero che per condurre al meglio un acquario dolce mi sono dedicato alla lettura della chimica dell'acqua perché gira tutto intorno ad essa. Ho intrapreso la coltivazione delle piante effettuando tantissime prove su illuminazione differenti e fertilizzazione tra pmdd e commerciali diventando sviluppando cosi' il mio pollice verde e condivido questa passione tra amici.
riguardo ai pesci , ho allevato e riprodotto : guppy, corydoras, tanycthus, caridine e nell'ultimo periodo mi sto dedicando alle microrasbora galaxy e questa ultima specie mi affascina moltissimo.

Inserisci un commento